Caso Filadelfia, Rampanti si dimette: lascia l'incarico nel CdA della Fondazione - Toro.it

Caso Filadelfia, Rampanti si dimette: lascia l’incarico nel CdA della Fondazione

di Veronica Guariso - 24 Luglio 2020

Rosario Rampanti si è dimesso dalla Fondazione Filadelfia, comunicando di aver lasciato l’incarico di vicepresidente e membro del CdA

Rosario Rampanti si è dimesso dalla Fondazione Filadelfia. L’ex giocatore del Torino, simbolo granata, ha comunicato tramite il proprio account Facebook la decisione di voler lasciare l’incarico di vicepresidente della Fondazione, nonchè rappresentante della Regione Piemonte. La causa scatenante di questa scelta si può ricondurre all’affitto del centro sportivo, simbolo della storia granata, per una riunione dell’Ordine degli Ingegneri. “Nel contratto con cui la Fondazione ha dato in locazione il Filadelfia al Torino F.C., fu posta una clausola, in ragione della quale la Fondazione si riservava la possibilità di utilizzo dell’impianto per tre giorni l’anno.” precisa l’ormai ex vicepresidente della Fondazione, che conferma l’esistenza di una clausola che permette l’organizzazione di eventi all’interno dell’impianot.

L’ex vicepresidente: “La clausola non comprende eventi che nulla hanno a che fare con il Toro”

Rampanti continua però precisando le caratteristiche delle manifestazioni concesse: “Ovviamente, la ragione di quella clausola aveva il preciso significato, per la Fondazione, di poter organizzare tre eventi l’anno sulla storia granata, sulla storia del Fila o comunque eventi attinenti allo sport o al calcio in particolare. Una clausola, come la intende il sottoscritto, che sicuramente non può comprendere l’affitto della struttura ad eventi che nulla hanno a che fare con il Toro, Fila e sport, come quello andato in scena l’altro giorno.“. Il caso Filadelfia riguardante l’affitto all’Ordine degli Ingegneri, alcuni dei quali presentatisi con le mascherine della Juventus, ha lasciato interdetto l’ex giocatore del Toro, ignaro fino alla comporsa del post Facebook dell’Avvocato Marengo.

Filadelfia, per Rampanti nessuna delibera del CDA

Mai il CdA ha deliberato l’affitto agli ingegneri, mai deliberato il prezzo d’affitto.“, continua Rampanti, che conclude con delle sentite scuse al popolo granata e le dimissioni: “Comunque, anche se quanto accaduto mi è totalmente estraneo, mi sento in dovere, quale membro del CdA della Fondazione, di chiedere scusa a nome della Fondazione stessa, a tutti i tifosi granata su un fatto che definirenei avvilente. Per l’incompatibilità dell’evento con la storia dell’impianto e per i 1.500,00 Euro donati. Ripeto, formulo una richiesta di scuse a nome di una Fondazione a cui, da oggi e visto quanto successo, non appartengo più.

Serino Rampanti
Serino Rampanti

19 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
1 mese fa

Un circo cairesco. Stanziale da 15anni.

leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
leonardo (Cairo,le scuse sono finite)
1 mese fa

Non c’è mai fine al peggio…fate pena,società di gente indegna…andatevene tutti e vergognatevi!!!!

mas63simo
mas63simo
1 mese fa

Dopo l esperimento sociale della curva primavera ennesima cagata di questa società di EMME !