Il terzino granata è migliorato, e oggi può già essere convocato. La sua presenza rischia di far perdere nuovamente il posto all’ex Sampdoria

So di non essere ancora riuscito a esprimere il mio valore“. Disse così, qualche settimana fa, Lorenzo De Silvestri, una volta appurato che sarebbe toccato a lui scendere in campo, visto l’infortunio di Davide Zappacosta dopo la sfida con il Bologna. Ma il Torino ha faticato, non poco, con Atalanta ed Empoli, e ora alla vigilia con il Pescara la titolarità della fascia destra difensiva viene di nuovo messa in discussione. Perché, per quanto non al 100%, l’ex Atalanta si è dimostrato più affidabile rispetto all’esperto compagno, tra gli uomini di fiducia di Sinisa Mihajlovic.

Zappacosta, ieri ma anche giovedì, ha infatti sostenuto l’allenamento con il resto del gruppo, e oggi, dopo la rifinitura pomeridiana, il giocatore spera di poter essere convocato dal tecnico serbo, che in passato gli ha accordato la giusta fiducia a seguito di una serie di prestazioni in crescendo. Una rivalità, quella tra i due terzini, che non può che fare bene per il prosieguo della stagione, dove l’allenatore potrà testare più soluzioni tattiche in vista anche della prossima stagione.

Torino-Genoa
CAMPO, 22.12.16, Torino, stadio Olimpico Grande Torino, 18.a giornata di Serie A, TORINO-GENOA, nella foto: Joe Hart, Davide Zappacosta

Zappacosta, infatti, difficilmente verrà messo sul mercato dal Torino che rischia di perdere più di uno dei suoi pezzi pregiati (non ultimo, Marco Benassi per il quale si registra un interessamento del Sassuolo): l’intenzione dei granata è fare in modo che il giocatore possa confermarsi in questa seconda parte della stagione, e diventare un perno per quella futura. Con buona pace di De Silvestri, che ha ancora mezzo campionato per dimostrare la bontà del suo acquisto dopo un lungo, lunghissimo anzi, inseguimento estivo.


35 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ninja
Ninja(@ninja)
4 anni fa

Sinceramente non capisco questo accanimento verso zappacosta e anche verso DeSilvestri, Se si vuole fare un analiosi seria è vero che il più bravo in fase di spinta è Barreca, ma è anche vero che nella fase difesiva è decisamente il più scarso. Dei gol presi di testa più della… Leggi il resto »

Trapano
Trapano(@trapano)
4 anni fa

A prescindere da chi gioca, partita da vincere senza se e senza ma, un risultato negativo potrebbe fare esplodere uno spogliatoio già sotto pressione, e creare danni devastanti e irreversibili in tutto l’ambiente

Gianky1969
Gianky1969(@gianky1969)
4 anni fa
Reply to  Trapano

No doubt?

Mimmo75
Mimmo75
4 anni fa

Leggo critiche ingenerose a Zappacosta. Può e deve migliorare, ci mancherebbe altro. Però se si fa un confronto con il lodatissimo (giustamente) Barreca ci si accorge che entrambi hanno realizzato due assist. Antonio ha però giocato 3 gare in più e collezionato 2 gialli e un rosso oltre a causare… Leggi il resto »

Gianky1969
Gianky1969(@gianky1969)
4 anni fa
Reply to  Mimmo75

Siamo zeppi di giocatori che HANNO AMPI MARGINI DI MIGLIORAMENTO oppure che POSSONO e DEVONO MIGLIORARE.
Se poi addirittura Zappa e Barreca stanno CRESCENDO, ha ragione braccia mozze: siamo a posto così.
E poi, il confronto tra i due, è decisamente poco opportuno.

Torino, giornata di rifinitura in Sisport: poi il ritiro a Leinì

Toro, lo striscione dei tifosi: “Noi continueremo a lottare, voi cosa volete fare?”