Per l’ennesima volta il Torino ha subìto una rete nel secondo tempo, rovinando quanto di buono fatto nella prima parte di gara

Chiusura del 2023 negativa per il Toro, che nella trasferta del Franchi contro la Fiorentina è stato sconfitto per 1-0. Dopo un primo tempo molto positivo, in cui ai granata è mancato solo il gol, ancora una volta i ragazzi di Juric sono calati nel secondo tempo, non riuscendo a uscire dalla propria metà campo e realizzando addirittura un solo tiro, contro gli 8 dei padroni di casa. Quello della grande discontinuità tra prima e seconda frazione è un problema sempre più ricorrente in casa granata, in particolare in questa stagione. Spesso Zapata e compagni partono alla grande mettendo in campo quasi tutte le energie, non riescono a sbloccare e nella seconda parte di gara crollano fisicamente, lasciando il pallino del gioco agli avversari.

La differenza tra primi e secondi tempi

Per capire ancora meglio la discontinuità presente tra un intervallo e l’altro, basta analizzare classifiche speciali, che considerano cioè solo i primi o i secondi tempi come se fossero partite a sé. Se le partite durassero solo 45 minuti, il Torino avrebbe 25 punti, uno in più di adesso. Facendo riferimento solo alla seconda parte di gara, invece, si nota come i punti sarebbero 20, con due vittorie in meno. Il problema è quindi ben noto: la proposta di Juric impone di provare a sbloccare il risultato sin da subito, o in caso contrario la partita si mette poi in salita a causa della condizione non ottimale. E a questo, inoltre, si collega il fatto che i subentrati non incidono mai. Sin qui, infatti, gli unici gol di un giocatore entrato dalla panchina sono stati segnati da Radonjic.

Il dato

In questa stagione, solamente una volta il Torino è riuscito a vincere una sfida nel primo tempo, vale a dire quella contro il Genoa targata Radonjic, che ha segnato al 95′. In altre 5 occasioni invece, dopo aver terminato il primo tempo in pareggio, i granata non solo hanno poi perso, ma non hanno neppure mai segnato. È il caso delle sfide contro Lazio, Juventus, Inter, Bologna e Fiorentina. Tutte squadre che si trovano in una posizione molto alta della classifica, ma non è casuale il fatto che la squadra di Juric soffra proprio contro team del genere.

Duvan Zapata
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 31-12-2023


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Scimmionelli
1 mese fa

Toro crolla nei secondi tempi? Colpa di Cairo!

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Una squadra largamente incompleta e chiaramente allestita per partecipare a una sola competizione. Competizione che, tra l’altro, non prevedeva obiettivi da parte del cazzaro servizio alema solo passeggiate sui campi di A.

davidone5
2 mesi fa

E’ una squadra che quando tiene il ritmo alto è forte e difficile da battere poi però inevitabilmente la stanchezza affiora ed appena cominciamo a non fare più pressing ed aspettare l’avversario prendiamo inevitabilmente goal soprattutto per errori dei singoli (quelli più scarsi).

Il duello Arthur-Ilic finisce in parità: nessuno dei due ha entusiasmato

Cambi poco efficaci o tardivi: la panchina del Toro a Firenze non incide