Edera contro il suo passato: quel Parma spera di riabbracciarlo a gennaio

3
Simone Edera
Simone Edera Torino (ph Campo)

Edera ritrova il Parma e aspetta un’occasione: l’obiettivo è convincere Mazzarri. In caso contrario potrebbe riaprirsi il mercato

Un’occasione: questo chiede Edera che nel Torino non è ancora riuscito a trovare spazio e che in questo inizio di stagione ha collezionato solo 2 presenze per un totale di 61 minuti. Meno di una partita, insomma: Mazzarri non sembra convinto dal giocatore e sul suo futuro cominciano ad addensarsi anche le nuvole del calciomercato. Ma prima di pensare ad eventuali cambiamenti di casacca, per Edera sabato pomeriggio arriverà il momento di confrontarsi con la sua ex squadra. A Torino, infatti, arriverà il Parma che nel 2017 lo porta a vestire la maglia dei ducali prendendolo in prestito proprio dalla società granata. Dopo 8 partite, di cui 6 disputate durante i playoff, e un gol all’attivo contro la Lucchese farà poi ritorno nel capoluogo piemontese per vestire, alla corte di Miahjlovic, la maglia della squadra in cui è cresciuto. Da quel momento, molto è cambiato: il Toro, l’allenatore e, forse, anche il destino del giocatore.

Torino, Edera non trova spazio: per restare bisogna convincere Mazzarri

Pochi, come si è visto, sono stati i minuti a disposizione di Simone Edera in questo inizio di campionato. Troppo pochi per imporsi all’interno di un gruppo che sembra aver finalmente trovato la giusta direzione e soprattutto troppo pochi per permettergli di far cambiare idea a Walter Mazzarri. La fiducia della società, per la verità, non sembra essere mai venuta meno e a confermarlo è stato lo stesso giocatore che, tuttavia, continua a lavorare sodo per sfruttare al meglio la possibilità datagli dal tecnico qualora arrivasse. Lavoro lavoro lavoro: sembra essere questo il mantra adottato dal giocatore che sa benissimo di doversi far trovare pronto in qualsiasi occasione per poter strappare il sì del tecnico e, di conseguenza, anche la permanenza al Torino. In caso contrario, dopo i tentativi della sessione estiva di mercato, potrebbero tornare a squillare le sirene del calciomercato già a gennaio.

Torino, il Frosinone punta Edera: opzione prestito a gennaio

Il mercato, appunto. E non quello estivo: qualora Simone Edera non riuscisse a convincere Mazzarri, il Toro potrebbe optare per mandare il giovane granata in prestito già nella sessione di gennaio. Non certo una bocciatura per il talento del vivaio del Torino ma l’occasione per trovare una continuità di gioco e non sprecare il potenziale del giocatore tenendolo perennemente incollato alla panchina. E proprio in quest’ottica torna a farsi avanti l’idea Frosinone: Moreno Longo non ha mai fatto mistero di stimare particolarmente il giocatore, maturato proprio sotto la guida dell’ex tecnico della Primavera, e dopo aver sondato il terreno in estate potrebbe tornare a farsi avanti nella sessione invernale del calciomercato. Ma a seguire con attenzione Edera è anche lo stesso Parma. Decisioni che verranno però rimandate, come lecito che sia: adesso il giocatore attende di poter far parlare il campo.

Please Login to comment
3 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
3 Comment authors
mas63simoGiankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)Hal Recent comment authors
  Iscriviti  
più nuovi più vecchi
Notificami
mas63simo
Utente
mas63simo

Il modulo di Mazzarri non ne esalta le catatteristiche; si dovrebbe passare ad un 343/433 ma ma per farlo “Ghisaforever” dovrebbere tornare a scuola x impararlo !

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Utente
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)

Non lo vede, niente da fare.
Soprattutto in questa stagione autunnale, magari in primavera quando la vegetazione riprende vita gli darà la possibilità di crescere al sole.

Hal
Utente
Hal

È il cambio dell’unico giocatore imprescindibile che al momento abbiamo,cioè iago, ma parte dietro anche a parigini e berenguer. Vedrà poco il campo se resta,e secondo me più degli altri due va testato in serie a. Lo vedo però più esterno a destra in un tridente che seconda punta