Toro, ecco il Lecce: dalla Serie C all’obiettivo salvezza

di Giulia Abbate - 11 Settembre 2019

La presentazione dell’avversaria del Torino / Il Lecce è a caccia dei primi punti in campionato per puntare ad una storica salvezza

Dopo la sosta Nazionali torna la Serie A e il Torino si appresta a tornare in campo per affrontare il Lecce. Una sfida che sulla carta è alla portata dei granata che, dopo due giornate, si trovano a punteggio pieno insieme a Inter e Juventus al contrario proprio degli ospiti che militano ancora in coda alla classifica. E proprio quello 0 nella casellina dei punti fatti (stesso punteggio di Fiorentina, Spal, Cagliari e Sampdoria) è il maggior rischio per la formazione di Mazzarri. Se il Lecce, infatti, si presenta come un avversario non così ostico per il Torino, è altrettanto vero che la voglia di muovere la classifica e di conquistare i primi punti in Serie A può essere una spinta importante per i pugliesi che potrebbero creare qualche problema in più del previsto. E d’altronde l’obiettivo della squadra di Liverani è chiaro: la permanenza nella massima serie.

Lecce, dalla C alla A in due stagioni

Raggiunta la Serie A, infatti, i Lupi salentini non hanno nessuna intenzione di abbandonarla dopo una singola “comparsata” per poi fare ritorno nelle serie cadette. Non dopo le ultime stagioni disputate, soprattutto, che hanno riportato la squadra nella massima serie cancellando anche l’onta della retrocessione per illecito sportivo avvenuta nel 2011-2012 (dopo la retrocessione sul campo in Serie B viene declassata in Lega Pro). Ma il passato è passato e negli ultimi anni, anche dopo il cambio di proprietà, il Lecce ha fatto un costante salto di qualità e, ovviamente, di categoria.

Nel 2017/2018, infatti, vincono il campionato di Serie C ritrovando la serie cadetta e, nella stagione successiva, completano l’opera mettendo a segno il doppio salto dalla C alla A. Impresa riuscita per la seconda volta nella storia della formazione pugliese che incassa la nona promozione della sua storia nel massimo campionato italiano.

Da Babacar a Imbula, un mercato per la salvezza

Tredici acquisti e 6 cessioni: questi sono i numeri del mercato del Lecce nella sessione estiva appena conclusa che, per i giallorossi, si è chiusa con il botto: l’arrivo di Khouma Babacar. Ed è proprio l’attaccante senegalese a rappresentare uno dei rinforzi più importanti per il Lecce e, soprattutto, uno dei maggiori pericoli pericoli per il Torino. “Andremo lì per vincere” ha infatti detto nella conferenza stampa di presentazione con la sua nuova maglia. La dimostrazione che mezzi e convinzione di certo non gli mancano.

Ma Babacar non è l’unico rinforzo offensivo approdato alla corte di Liverani. Rispettivamente in prestito dal Genoa e dal Cagliari, infatti, sono arrivati anche Gianluca Lapadula e Diego Farias. A centrocampo, invece, il Toro ritroverà una sua vecchia conoscenza: Panagiotis Tachtsidis che, come previsto dal contratto, grazie alla promozione in Serie A è stato riscattato dal club pugliese e si prepara a tornare punto fermo nella mediana di Liverani. Al suo fianco, a rinforzare il centrocampo è arrivato anche Imbula, in passato accostato anche a Inter e Roma. In difesa invece, tra gli altri, il mercato ha “regalato” al Lecce un’altro ex granata: Rossettini. Insomma, neopromossa sì ma non chiamatela squadra materasso: il Lecce c’è e vuole restare in Serie A. Avversari avvisati.

più nuovi più vecchi
Notificami
Benvenuti
Utente
Benvenuti

Nessuna partita è scontato però con la giusta determinazione il risultato è uno solo. Se andiamo a nasconderci.

Davide (Junior68#nonc'èantidotoalvirus)
Utente
Davide (Junior68#nonc'èantidotoalvirus)

Partita con un unico risultato peraltro per nulla scontato, forza ragazzi!

Benvenuti
Utente
Benvenuti

Che paura. Andata e ritorno.