Serie A, panchine calde: Mazzarri tra le (poche) certezze, Gasp resta a Bergamo

di Francesco Vittonetto - 29 Maggio 2019

Aperto il giro di allenatori in Serie A: Mazzarri certo della permanenza a Torino, Mihajlovic quasi convinto dal Bologna. Milan, Juve e Roma a caccia

C’è l’inquietudine per una preparazione estiva ancora incerta nelle tempistiche – dipenderanno dalla decisione dell’Uefa sul caso Milan -, ma anche la serenità di aver trovato nel Torino un progetto a cui dare continuità. Il meno e il più di Walter Mazzarri, giunto al termine della sua prima (e mezza) stagione in granata e già al lavoro, vacanze permettendo, per costruire il futuro assieme al presidente Cairo. Se non è un unicum, quello di WM, poco ci manca. Nell’orizzonte frastagliato di una Serie A in fermento, in panchina non v’è certezza; perlomeno non dappertutto. La notizia di giornata è la conferma di Gian Piero Gasperini come allenatore dell’Atalanta: il tecnico, convintosi dopo i bagordi Champions a rifiutare le avances della Roma (che ora segue Sarri, Gattuso, De Zerbi e Benitez), ha accettato di buon grado la stretta di mano di Percassi. Lui, con Mazzarri, Ancelotti e Maran, è l’unico certo al 100% della piazza dove allenerà nella prossima stagione.

Allenatori Serie A 2019/2020: Conte-Inter, è fatta

Dal nerazzurro della Dea a quello dell’Inter, che sarà di Antonio Conte, ufficialmente entro due giorni. Spalletti, come era nell’aria, saluterà dopo aver portato la Beneamata in Champions per il secondo anno consecutivo, sebbene con qualche batticuore di troppo. C’è poi la Juventus, separatasi tra sorrisi e lacrime da Massimiliano Allegri e alla ricerca del profilo giusto per la sostituzione: le voci su Sarri non si placano, Agnelli è volato a Baku dove il Chelsea dell’ex tecnico del Napoli si giocherà l’Europa League. Novità potrebbero arrivare a stretto giro di posta.

Panchina Milan: dopo Gattuso, occhi su Giampaolo e Inzaghi

Salutato Gattuso, anche il Milan – rivoluzionato da Gazidis – si sta guardando attorno: piace Giampaolo della Samp, ma anche Inzaghi della Lazio. Uno dei nomi in lizza era quello di Roberto De Zerbi che però ha annunciato la sua volontà di rimanere al Sassuolo. Proprio Ringhio, poi, non dispiace, oltre alla succitata Roma, anche al Doria e alla Fiorentina, in aria di addio con Montella.

L’ex Toro Mihajlovic, invece, è più vicino alla permanenza a Bologna dopo settimane di incertezza sul futuro: il suo è comunque un nome caldo sul mercato e, fino a conferme ufficiali, non sono da escludere colpi di scena (il serbo piace a Lazio e Roma).

Allenatori Serie A: la situazione di Brescia e Lecce

Così come D’Aversa a Parma, a meno di ribaltoni anche Semplici, pur finito nel mirino del Genoa, dovrebbe restare alla Spal. I rossoblu seguono Davide Nicola, ma non è da escludere a priori la permanenza di Prandelli. Attenzione anche a Stefano Pioli: l’ex viola piace alla Lazio, in caso di addio di Inzaghi, e non è uscito dai radar dell’Udinese, dove resta incerta la conferma di Tudor.

Cenno finale dedicato alle due neopromosse, in attesa della finale playoff di Serie B tra Verona e Cittadella. Sia il Brescia che il Lecce devono sciogliere ufficialmente il nodo allenatore: Corini è ancora in dubbio dopo le frizioni tra il patron Cellino e il ds Marroccu (che va verso l’addio), mentre Liverani è nelle mire della Lazio. Nelle prossime settimane, la situazione dovrebbe chiarirsi.

più nuovi più vecchi
Notificami
mas63simo
Utente
mas63simo

È quella la preoccupazione più grossa …un altro anno con Mazzarri ! Mamma mia che emozione.

Pedric
Utente
Pedric

È davvero bello avere certezze.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Divertimento assicurato.