Non solo 3-4-3: Mazzarri prova anche Belotti e Zaza insieme

di Andrea Flora - 10 Luglio 2019

Torino, Mazzarri non accantona l’idea delle due punte dopo aver provato il tridente offensivo: Zaza e Belotti insieme come alternativa in vista del debutto

Mazzarri prepara senza sosta la partita di Europa League del 25 luglio, una preparazione che ha sulla sua strada molte insidie e come nemico numero uno il calendario. I giorni scorrono veloci verso il primo importante appuntamento della nuova stagione del Torino che riabbraccia l’Europa League. Nel preparare le mosse per Kukesi o Debrecen, Mazzarri studia anche le mosse del modulo e dell’attacco. Dopo una preparazione concentrata sul 3-4-3, con il pensiero di Simone Verdi sullo sfondo al posto di Berenguer o Baselli, il tecnico toscano ha optato nell’ultima seduta anche sul 3-4-1-2 con la coppia d’attacco Zaza-Belotti. Un’intesa che nell’ultima stagione non ha trovato i risultati sperati ma che Mazzarri ha intenzione di provare a far funzionare.

Torino, la tattica al centro del lavoro di Mazzarri

Per il match del 25 luglio Mazzarri ha già sottolineato che non sarà possibile avere una formazione in grado di reggere 90 minuti al massimo della forma, per questo motivo necessariamente i granata dovranno optare per soluzioni tattiche in grado di indirizzare il match (del Moccagatta di Alessandria?) a proprio favore.

A Bormio si è lavorato sull’alternativa al 3-4-3, con un 3-4-1-2 con la coppia Zaza-Belotti rifiniti da Iago Falque o in alternativa da Berenguer. Nel corso dell’ultima stagione è stata una soluzione usata poco con Mazzarri costretto a lavorare con altre tattiche offensive.

Torino, da Bormio l’assalto all’Europa

L’assalto al posto in Europa League parte dal ritiro di Bormio, un periodo corto ma che sarà vissuto intensamente per via delle molte cose da affrontare da Mazzarri e dai suoi ragazzi. Si lavora sulla parte atletica: minuti da mettere nelle gambe e fiato nei polmoni in vista della doppia sfida di qualificazione; ma anche sulla parte tattica.

Ancora nessun rinforzo per Mazzarri dal mercato, in questo caso sarà solo tutta l’esperienza del tecnico, che allerta il gruppo sulla pericolosità nel sottovalutare l’avversario, il punto di forza del Torino per superare l’ostacolo europeo.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

La foto rende l’idea del habitat in cui ci ha costretto.

Troposfera Granata
Utente
Troposfera Granata

A giudicare dalla foto di fianco al titolo, Mazzarri li sta schierando insieme in panchina. Il piano segreto è di far giocare Millico punta centrale: è talmente incazzato che si beve tutta la difesa del Debrecen o del Kukesi insieme. Intanto il Gallo e lo Zazà fanno carichi pesanti per… Leggi il resto »

Pedric
Utente
Pedric

Ideona