Toro, Lyanco ha ribaltato le gerarchie in difesa nelle ultime partite

Toro, Lyanco ribalta le gerarchie: è lui il titolare

di Veronica Guariso - 22 Ottobre 2019

Positivo nelle ultime gare, Lyanco ora è un titolare nella difesa del Torino: il brasiliano finalmente può giocare con continuità

Se all’inizio non aveva convinto del tutto, Lyanco ha invece ribaltato le gerarchie della difesa granata, conquistandosi il posto da titolare. Nelle ultime due partite è infatti stato schierato in entrambe dal primo minuto, assieme a Nkoulou e Izzo, superando definitivamente nelle gerarchie i vari Bonifazi, Djidji e Bremer. Con un po’ di tempo e trovando la continuità necessaria, potrà tornare ad essere quello che col Bologna ha conquistato tutti in positivo ed in primis Mazzarri. Se nella sua prima stagione in granata, un infortunio al piede aveva tenuto il brasiliano lontano dal campo per diverso tempo, ora potrebbe essere invece arrivato il suo momento.

Lyanco, un inizio stagione poco fortunato

La stagione non era iniziata nel migliore dei modi per Lyanco, costretto a fermarsi in estate a causa di un problema muscolare. Dopo aver saltato le prime due sfide di campionato e rimanendo in panchina alla terza, è poi rientrato contro la Sampdoria, dove ha giocato per 90 minuti ma macchiando la sua prestazione con l’errore che ha portato al gol vittoria di Gabbiadini. Anche con il Milan non aveva convinto del tutto, quando era stato chiamato ancora una volta a sostituire Nkoulou. Alla sesta giornata di campionato invece, Mazzarri gli ha preferito Bremer e si è rivelata una decisione errata per l’espulsione ingenua del difensore. Il tecnico è tornato quindi sui suoi passi, reintegrando Lyanco per la difesa granata.

Il brasiliano ha scalzato Bremer, Djidji e Bonifazi

Tra demeriti altrui, crescita personale ed un po’ di fortuna, il brasiliano è riuscito a conquistare pienamente la fiducia di Mazzarri. Le gerarchie, che all’inizio vedevano Bremer in cima alla lista, seguito da Djidji e Bonifazi si sono capovolte. L’errore contro il Parma è costato caro al numero 36 del Torino, che è stato scalzato. Anche Djidji e Bonifazi, dopo prestazioni poco brillanti, sono finiti in secondo piano rispetto al giovane compagno, tornato in granata dopo una parentesi al Bologna che gli ha permesso di recuperare lo stato di forma. Il terzetto difensivo del futuro ora prevede Lyanco assieme a Izzo e Nkoulou e col Cagliari potrebbe esserci la conferma ufficiale.

più nuovi più vecchi
Notificami
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

A Bologna giocava molto meglio.

giogranata
Utente
giogranata

Lyanco, in effetti, sta disputando partite attente, dimostrando di poter tranquillamente giocare come titolare nella difesa Granata. Di certo, il centrale brasiliano ha bisogno di essere affiancata da difensori esperti che conoscano a mena dito il campionato italiano. Sarò franco: Djidji a me proprio non piace… Bonifazi invece sì. Bremer… Leggi il resto »

mas63simo
Utente
mas63simo

Gioca solamente perché e costato 4/5 milioni e c’è bisogno di tutelare e aumentare il valore alla rivendita mentre per Bonifazi che e costato 0 arrivando dalle Giovanili qualsiasi cifra è una plusvalenza già ora non giocando ecco spiegato il motivo perche-‘ giocano tutti tranne Kevin che in quelle poche… Leggi il resto »