Il ct della Nazionale Roberto Mancini, in conferenza stampa, spiega il motivo della mancata convocazione di Andrea Belotti

Il ct della Nazionale Roberto Mancini ha parlato in conferenza stampa dei convocati, spiegando le proprie scelte tecniche. In particolare, si è soffermato su alcuni esclusi, precisando che la linea guida seguita questa volta prevedeva più spazio ai meno conosciuti, in modo da avere più scelte. Tra i non convocati troviamo anche Andrea Belotti, lasciato a casa per la seconda volta consecutiva. Mancini ha spiegato il motivo della scelta ripetuta con queste parole: Belotti? Può dare molto di più, due anni fa ha fatto un campionato straordinario.”. Evidentemente la doppietta di Genova contro la Sampdoria non è stata sufficiente. Il ct ha poi continuato parlando delle dimissioni di Giampiero Ventura dal Chievo: “Ventura? Non so le motivazioni, mi dispiace perché speravo che potesse riabilitarsi. Non è sempre colpa dell’allenatore.”

Mancini, in Nazionale no a Belotti. Il Gallo: “Il ct fa le scelte”

C’è un po’ di rammarico per il Gallo Belotti, che non presenzierà al ritiro di Coverciano per il match con il Portogallo e l’amichevole con gli Stati Uniti. Un dispiacere già emerso nel post partita di Sampdoria-Torino, sfida che avrebbe dovuto dare il via alla sua rinascita. Si era infatti espresso sulla Nazionale: “Chiunque spera di andarci. Non posso dire di non esserci rimasto male per la mancata convocazione. Ma nel calcio succede così. Io sono giocatore del toro, la nazionale passa dalle mie prestazioni qui”.

Ad una settimana di distanza, in seguito alla prestazione sottotono dell’intera squadra contro il Parma, ha preso coscienza della decisione di Mancini:  “Io so che devo far bene, poi c’è un ct che fa le scelte e bisogna rispettarle, e io l’ho rispettata. Ora resterò con la squadra e lavorerò in queste settimane per migliorarmi”, ha spiegato l’attaccante dopo il Parma. Si spera che l’impegno ed il lavoro verranno ripagati.


6 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
RDS
RDS
3 anni fa

Due anni fa c.era il lavativo a metterli le palle gol, ma secondo gli espertoni aveva ragione testadighisa ad averlo fatto cedere..ora il.Gallo è lì ad aspettare il cross giusto di De Silvestri…uno ogni venti…E ma l’altro si presentava con il.Ferrari

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
3 anni fa
Reply to  RDS

Eh già, quando si preferisce la ghisa prima o poi ti pianti.
Asino di un asino.

Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
Giankjc (una testa di ghisa si fida solo di soldatini dai piedi di ferro)
3 anni fa

Mancini giocatore saprebbe bene come mandare in gol il Gallo.
Avevamo un paio di attori che sapevano come fare, ma le scelte da cuijun si pagano a caro prezzo.

roplo
roplo
3 anni fa

Belotti ora come ora non è da nazionale ….punto…e nemmeno Zaza….non vedete come giocano ? non sono da nazionale …nemmeno quelli che ha chiamato sono da nazionale ma.qualcuno deve chiamare….si salvano in pochi …nell’ Italia non ce nulla…siamo diventati come la Romania

Torino, difesa in netto calo: 5 partite senza reti inviolate

Torino, i granata in Nazionale: Parigini e Damascan i primi a scendere in campo