Per Orsato quello di sabato sarà il 4° derby tra Torino e Juventus: ecco come sono andate le sfide precedenti

Sabato sera (fischio di inizio alle ore 18) all’Allianz Stadium andrà in scena il derby di Torino tra Juventus e Toro e per Orsato, designato come direttore di gara, sarà la 4^ direzione della stracittadina piemontese. Sono infatti tre i derby già arbitrati dal fischietto della sezione AIA di Schio che ha portato in dote ai granata un solo punto, quello conquistato nel derby pareggiato per 1-1 nella stagione 2018/2019. Era il 3 maggio, per la precisione, e i granata si portarono dapprima in vantaggio con un bel gol di Lukic salvo poi veder sfumare la vittoria proprio nei minuti finali. Quando Ronaldo, a poco più di 5′ dalla fine, insaccava di testa il gol del definitivo 1-1. Un’occasione nella quale Orsato si distinse per un arbitraggio per così dire all’inglese, con qualche sbavatura ma senza errori grossolani.

I derby di Orsato: il gol di Bruno Peres

Come anticipato, il Toro è riuscito a racimolare un solo punto nei tre derby diretti da Orsato (qui i precedenti complessivi nelle partite del Torino) chiudendo invece le due sfide precedenti con due sconfitte: una casalinga e una in trasferta. E partiamo proprio dalla seconda che coincide anche con il primo derby tra Torino e Juventus diretto da Daniele Orsato. Stagione 2014/2015, la Juventus guidata da Allegri ospita il Toro di Ventura in una sfida che non verrà ricordata certamente per meriti o demeriti del direttore di gara. Dopo appena 15 minuti i granata vanno sotto grazie alla rete di Vidal e la partita si fa subito in salita ma si prepara anche a dar vita ad uno dei migliori colpi di scena degli ultimi anni.

Dopo meno di 10 giri di lancetta, infatti, Bruno Peres si impossessa della sfera, fa tutto il campo in un coast-to-coast che ha dell’incredibile e insacca il pallone dell’1-1. Un pareggio che per come prosegue il match sarebbe potuto essere un risultato più che giusto (a tratti anche stretto viste le occasioni avute dal Torino) ma come spesso accade la beffa è dietro l’angolo. E così a pochissimi secondi dal fischio finale, in pieno recupero, è Pirlo a rompere le uova nel paniere dei granata insaccando il sinistro che chiude la sfida sul 2-1 bianconero.

I precedenti del direttore di gara nei derby della Mole

E se nei due casi appena ricordati Orsato ha lasciato giocare le due formazioni senza mai risultare estremo nei provvedimenti ma senza nemmeno farsi sfuggire di mano il controllo della sfida, lo stesso discorso vale anche per il terzo ed ultimo derby in questione. Nella stagione 2017/18 la stracittadina disputata al Grande Torino si chiude con il successo bianconero strappato grazie alla rete siglata da Alex Sandro al 33′ del primo tempo. L’azione nasce da un contrasto tra Ansaldi e Bernardeschi ma il direttore di gara lascia proseguire coerentemente con quanto fatto fino a quel momento. Gli estremi del fallo ci sarebbero stati ma ancora una volta il fischietto di Schio lascia giocare, salvo però attendere correttamente la convalida della rete da parte del Var. Ad apparire più che discutibile, invece, è il provvedimento non preso nei confronti di Chiellini, reo di aver colpito al volto Belotti con una manata. Orsato ferma il gioco (rendendo così impossibile un eventuale intervento del Var) ma non ritiene necessario l’utilizzo dei cartellini.

Orsato
Orsato, arbitro di Schio
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 03-12-2020


4 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari) (@gianky1969)
11 mesi fa

Evitiamo di scrivere della cagaxa del fenomeno Benassi al 94…

io
io (@io)
11 mesi fa

Orsato-Mazzoleni accoppiata micidiale ….

davidone5
davidone5 (@davidone5)
11 mesi fa

Con Ventura i derby li perdevamo perché ce li rubavano gli arbitri o perché i gobbi segnavano al 90 esimo su un tiro da 40 metri. Avevamo una squadra costruita bene senza spendere soldi, oggi abbiamo una squadra costruita male spendendo qualcosa in più.

Confronto Giampaolo-giocatori: così è nato il ritorno al 3-5-2

Giampaolo, il coronavirus è alle spalle: il tecnico è tornato al Fila