Rabbia Mazzarri: dopo il Lecce, il Torino può cambiare

Rabbia Mazzarri: ora il Toro può cambiare

di Francesco Vittonetto - 18 Settembre 2019

Confronto al Filadelfia tra Mazzarri e i giocatori: dopo Torino-Lecce, i granata sono chiamati al pronto riscatto. E sono in tanti a candidarsi

Di fronte ai cronisti, Walter Mazzarri si è assunto con umiltà tutte le sue colpe dopo la sconfitta in Torino-Lecce: “Se la squadra fa così, la colpa è dell’allenatore”. Questione di testa, di giusta tensione, di motivazione. Al Toro è mancato tutto, contro i salentini. E dovrà riprendere tutto, in tempo per la trasferta di Marassi (sponda Samp). Perché lì davvero il passo falso sarà vietato. La settimana, allora, è già iniziata. E sarà paradossalmente ben più lunga e intensa di quelle – dispersive – della sosta per le Nazionali. Al Filadelfia, WM ha parlato con i suoi ragazzi. Un confronto nel quale non ha nascosto la delusione e la rabbia per una notte che da dimenticare non è (per nulla, anzi, si partirà proprio dagli errori), ma da cancellare in fretta invece sì.

Mazzarri, dalle colpe alla possibile svolta

Delusione e rabbia, si diceva. Perché dall’undici che a Parma aveva ben impressionato al cospetto dell’Atalanta, Mazzarri si aspettava ben altre risposte: continuità di rendimento e nessuna presunzione. Invece, almeno da tre o quattro titolari, è arrivato tutt’altro.

Lo ribadiamo ancora. Il tecnico è conscio di avere gran parte della responsabilità, su tutte quella di non aver fatto fiutare il pericolo Lecce per quello che era realmente. Però poi in campo ci vanno i giocatori. E allora è anche nelle singole scelte, che WM sta studiando le correzioni. Attenzione: partiranno già dalla sfida del “Ferraris”.

Da Lyanco a Lukic passando per Laxalt: c’è un Toro che scalpita

Tutti sull’attenti, insomma. A partire dalla difesa, che ha salutato il rientro di Nkoulou. Quello per il camerunense è un discorso a parte – “Dovrà riguadagnarsi il posto”, il pensiero dell’allenatore -, ma da tenere d’occhio c’è anche la crescita di Lyanco, che le famose gerarchie ora potrebbe davvero scalarle, dopo aver ritrovato il campo con la Seleçao Olimpica.

C’è poi Lukic (sulla via del recupero), che potrebbe ritagliarsi uno spazio, togliendolo a Baselli o a Meité, entrambi decisamente sottotono contro i pugliesi. Laxalt, per contro, è entrato con il giusto spirito, tanto che adesso tornerà alla carica per insidiare Ola Aina, svagato e sottoritmo. Quello dell’attacco, infine, è un tema spinoso: qui i ballottaggi c’erano alla vigilia del Lecce e ci saranno verosimilmente fino a maggio. Ad ogni modo se Verdi è ancora indietro di condizione, Zaza è invece in palla. A tremare, in questo caso, è Berenguer, elogiato da Mazzarri nella domenica pre-Lecce, ma poi sostituito all’intervallo dopo un primo tempo da ectoplasma.

Al Filadelfia, adesso, si suderà il doppio. Il Toro (e WM in primis) non vogliono più sbagliare.

più nuovi più vecchi
Notificami
DSR
Utente
DSR

I pagliacci che per dimenticare il Lecce festeggiano la sconfitta dell’Atalanta sfiorano il patetico a cominciare da quello che preferisce guardare le partite in TV che andare a Zagabria e perdere 4 a 0 e dimenticandosi un piccolo particolare che l’Atalanta con questa partecipazione guadagnerà male che vada 24,5 milioni… Leggi il resto »

tony polster
Utente
tony polster

Io non dimentico proprio niente.io ci sto ancora male da lunedi.ieri ho goduto.per la rimonta atletico e le 4 pere ai buzzurri.
Ma esula dal dolore che continuo a provare per lunedi.
E la Talanta la odio poco meno dei gobbi a prescindere dai risultati,dallo stadio e dal resto.
La odio perche’…sono granata…?

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Meno male che almeno ti poni il dubbio se sei granata.
Un passo alla volta e poi tira la catena giddì.

tony polster
Utente
tony polster

Il dubbio non so dove l’hai visto scritto.il dubbio e’ un termine che per me non esiste,almeno per cio’ che riguarda il Toro.
Ora continua pure a parlare della tua simpatica talanta di merdxa

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Simpatica un caz. È un esempio di società, cosa per voi fucsia incomprensibile considerato quello che scrivete notte e giorno della cairese.
Nemmeno ti sai esprimere in forma scritta.

tony polster
Utente
tony polster

Senti nani…tieniti il tuo esempio del caz e mollami.faccio parte della vecchia guardia quindi a me gli orobici fanno cagare quasi quanto i gobbi e ne sono la succursale.hanno fatto gli arroganti pure sullo stadio. Chi scrive del Toro in termini cairese e/o fuxia per me e’ un sottogobbo. Quindi… Leggi il resto »

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

giddì, sforzati di meno che tanto le cazzate non hanno necessità di avere stampelle come la cairese.
Vecchia ciampornia in servizio di guardia salutaci il somaro che vi coordina

tony polster
Utente
tony polster

Se ce l’hai con me,usa i nomi giusti.
Altrimenti mi tocca chiamarti col tuo nome,sottogobbo.

Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Utente
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)

Potrei usare i tonì giusti con te ma di norma può accadere una sola volta al giorno e generalmente accade dopo i pasti.
Qualora ci sia un problema di colite allora puoi ambire anche a un paio o più volte al dì.

Bagna cauda
Utente
Bagna cauda

GD Cairo o redazione sono la stessa cosa dai.

TorinoGranata (ex GD)
Utente
TorinoGranata (ex GD)

concordo.

Bagna cauda
Utente
Bagna cauda

Beh loro potrebbero dire la stessa cosa di voi immediatamente dopo una sconfitta senza attenuanti aspettate disposizioni dall ufficio relazioni esterne e poi difesa d ufficio ad oltranza.