Cairo in una lunga intervista si è detto pronto a parlare con il sindaco della questione stadio, passi in avanti anche per il Robaldo

Nell’intervista che il presidente Urbano Cairo ha rilasciato al quotidiano La Stampa, il numero uno granata ha toccato anche due temi delicati ma estremamente importanti: lo stadio Olimpico Grande Torino e il Robaldo. A riguardo Cairo ha detto: “Per l’Olimpico Grande Torino sono pronto a parlarne con il nuovo sindaco. E poi c’è il Robaldo: stiamo bonificando la zona e presto diventerà il centro delle nostre giovanili”. Dunque il presidente del Toro è pronto a sedersi attorno ad un tavolo con il sindaco di Torino Stefano Lo Russo per parlare della questione stadio. Il nuovo sindaco del capoluogo piemontese già in campagna elettorale aveva speso delle parole sulla sua idea per il futuro degli impianti del Toro, dallo stadio al Filadelfia senza tralasciare il Robaldo. Su queste questioni Lo Russo aveva dichiarato: “Nel mio schema di città calcistica l’Olimpico deve essere lo stadio del Toro. L’idea è di fare diventare l’area attorno al Filadelfia la cittadella granata. È una prospettiva di consolidamento della presenza del club sul territorio, considerando anche il Robaldo”. Nei prossimi mesi sono attesi sviluppi su questo fronte.

Robaldo e stadio erano stati oggetto di contestazione

Nel 2021 che sta per terminare, le questioni legate allo stadio e soprattutto al Robaldo sono state spesso due moventi durante le contestazioni che un gruppo di tifosi ha portato avanti nei mesi scorsi. Non è un caso infatti che spesso durante le manifestazioni sia comparso uno striscione che recitava la scritta: “Se l’ottica fosse oro il Robaldo che tesoro”. Come non era stata casuale nemmeno la contestazione organizzata nell’aprile scorso proprio fuori a quello che dovrà diventare il così rinominato “Coverciano granata” ovvero il centro sportivo per le giovanili granata, dove comparvero le sagome dei 7 nani di Biancaneve con il volto di Cairo. Il presidente del Toro fu spesso accusato anche di non aver fatto niente per cercare di acquistare lo stadio. Con il nuovo sindaco le cose potrebbero cambiare. Infatti, da entrambe le parti sembra esserci la volontà di affrontare questi argomenti che non riguardano direttamente campo e risultati ma che sono fondamentali per la crescita del club e che potrebbero portare in maniera indiretta il Toro ad ottenere risultati molto soddisfacenti. Il 2022 dovrà portare passi in avanti e significativi su questo fronte.

Urbano Cairo
Urbano Cairo
TAG:
home

ultimo aggiornamento: 30-12-2021


49 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
Giankjc (più Toro e meno guinzagli&collari)
7 mesi fa

Un altro anno veramente brutto si sta chiudendo, tra le enormi brutturie che ha portato la pandemia e il consueto letame che esce da quella fogna a cielo aperto che è la cairese.

suoladicane
suoladicane
7 mesi fa

Cuntabale paiasu ciaparat

GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
GD ( 0.3ini : i migliori alleati di Cairo)
7 mesi fa
Reply to  suoladicane

in altro post mi avresti accusato di :

@suola: “inondare i siti di post inutilmente provocatori e critici nei confronti di chi fa qualcosa,” 

Eh già! Invece questo tuo commento arricchisce di contenuti la conversazione. Svetta direi!

ardi06
ardi06
7 mesi fa

Più di un esperto dice che gli asset strutturali di proprietà sono il modo migliore per una società di calcio di crescere sotto ogni aspetto, da quello sportivo a quello economico. Poi ci sono alcuni esperti forumisti che invece dicono siano solo delle inutili spese

Il pagellone del centrocampo/ Da Lukic a Baselli: promossi, bocciati e rimandati

Cairo: “Bremer rinnova. Belotti forse si aspettava lo cedessi al Milan 4 anni fa…”