Le notizie del 23 aprile 2020

Ore 18.06 Il bollettino di oggi. Sono 464 le vittime delle ultime 24 ore ma cala il numero dei positivi rispetto a ieri. Sono stati in totale 2646 (oltre 800 meno di ieri) i pazienti che risultano positivi mentre calano anche i ricoverati. Il rapporto tra tamponi e positivi resta basso: solo il 4%. Per quanto riguarda la positività nelle regioni, l’incremento di casi è di 401 casi in Piemonte, 289 in Emilia Romagna, del 143 in Veneto e del 131 nel Lazio.

Ore 17.30 Buone notizie arrivano da Genova. Tutti i calciatori della Sampdoria che erano risultati positivi al Covid-19 sono ufficialmente guariti. Per Gabbiadini, Colley, Ekdal, La Gumina, Thorsby, Depaoli e Bereszynsky è finito l’incubo.

Ore 16.00 Ha parlato a TgCom il presidente del Coni, Malagò: “È chiaro che non è possibile generalizzare tutto tra sport individuali e collettivi e calendari diversi, è un discorso chirurgico che va affrontato in un modo di profonda conoscenza della materia. Il mio ragionamento l’ho sempre sostenuto senza alcuna polemica, ho solo evidenziato che sarà un caso, ma tutti gli sport hanno preso decisioni diverse dal mondo del calcio e sono state tutte decisioni sofferte”, ha detto.

Ore 12:50 L’Oms sull’eventualità di una seconda ondata: “Siamo assolutamente preoccupati per la possibilità di una seconda ondata di infezione in ogni Paese: ancora non sappiamo del tutto come si comporta questo virus. Dobbiamo essere molto cauti a considerare i risultati forniti dai test sierologici o a usarli per determinare decisioni come l’ipotesi di una patente di immunità, che hanno implicazioni importanti”.

Ore 12:00 Buone notizie per il Verona: come si apprende dal comunicato ufficiale della società “Mattia Zaccagni ha effettuato nelle scorse ore il controllo con test diagnostico (tampone) per il coronavirus-Covid 19. L’esame ha dato esito negativo. Il calciatore è pertanto guarito e non dovrà più essere sottoposto al regime di isolamento domiciliare”

Ore 11:20 Potrebbe partire in Italia in estate la sperimentazione sull’uomo di un vaccino per il Covid-19. A rendere nota la notizia è stato il consorzio europeo costituito fra le aziende ReiThera di Pomezia, Leukocare di Monaco e Univercells di Bruxelles che in un comunicato afferma: “Attualmente ReiThera sta svolgendo le attività preparatorie per iniziare la sperimentazione clinica di fase 1/2 in Italia durante l’estate 2020. La produzione su larga scala verrà avviata subito dopo“.

Ore 10:45 Fase 2: il Governo sta ipotizzando la possibilità di movimento anche al di fuori del proprio comune di residenza ma non fuori Regione. Dalla metà di maggio potrebbero riaprire anche negozi al dettaglio e bar e ristoranti. L’allentamento delle misure restrittive, tuttavia, sarà previsto per un massimo di 2,7milioni di lavoratori

Ore 10:10 Il preparatore atletico Carminati aha parlato alla Gazzetta dello SPort delle condizioni fisiche dei calciatori: “Quando si tornerà a giocare ci sarà il rischio di infortuni, muscolari in primis. Il vantaggio è che si va verso l’estate e il caldo è più favorevole del freddo. Se per esigenze di tv si tornerà alle partite dopo tre settimane di allenamento, mi sembra utile l’idea dei cinque cambi a gara. Sono fondamentali il sonno e l’alimentazione. Quanti chili possono prendere i calciatori più affamati? Nei casi più disperati direi massimo due chili, quattro sarebbero un mezzo disastro”. 

Ore 9:30 La Cina ha annunciato la donazione di altri 30milioni di dollari all’Oms per sostenere la lotta mondiale contro il Covid-19. Pechino aveva già donato 20milioni di dollari

Ore 9:00 Decreto “Cura Italia”, previsto per questa sera il voto di fiducia alla Camera chiesto dal Governo. Il provvedimento da 25 miliardi di euro che servirà a fronteggiare l’emergenza da coronavirus sarà votato in Parlamento venerdì pomeriggio ma intanto non sembra ancora esserci alcuna intesa tra maggioranza e opposizione sugli emendamenti.

Ore 8:30 L’assessore lombardo Gallera sulla ripresa il 4 maggio: “Stiamo lavorando per questo, è chiaro che bisogna essere estremamente prudenti. Il rischio che ci sia una nuova fiammata del contagio, quindi nuovi focolai, oggettivamente c’è, ce lo dicono tutti gli scienziati. Questo vuol dire agire con grande prudenza e in maniera graduale”.

Ore 8:00 La Cina fa registrare 10 nuovi casi di contagio di cui 6 importati ma per l’8° giorno consecutivo non si registrano decessi.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-05-2020


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa

ci mancavano…gli assistenti invasati…delle guardie…in Italia…basta una divisa…invece di investire in tamponi e reagenti per individuare gli asintomatici…

Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa
Reply to  Ultrà

basta una pettorina…per sentirti GesùCristo…

Bologna, falso allarme: nessun caso di Coronavirus

Castan positivo al Coronavirus: in totale 19 contagiati al Vasco da Gama