Coronavirus, le notizie dell’11 aprile 2020

Ore 19.45 Conte conferma le indiscrezioni delle ultime 24 ore. Il lockdown è prolungato fino al prossimo 3 maggio. Quello attuale sarebbe scaduto il 13 aprile.

Ore 18.00 Il Bollettino di oggi. Sono stati 570 i morti delle ultime 24 ore, i guariti invece 1985, i contagi 1396. Il principale “fronte” resta ancora la Lombardia.

Ore 16.15 Da lunedì in Spagna si torna al lavoro. Il governo ha raccomandato ai cittadini di indossare mascherine: queste saranno fornite anche nelle stazioni ferroviarie e della metropolitana. Da lunedì si abbasseranno infatti le misure restrittive.

Ore 14:20 Il Milan prosegue nel sostegno di quanti stanno patendo l’emergenza da coronavirus: partita oggi la consegna di 2mila “care-pack” destinati agli abbonati over 65. All’interno generi di conforto, mascherine e gadget rossoneri.

Ore 13:40 Il direttore tecnico dell’Udinese, Pierpaolo Marino, è intervenuto questa mattina parlando della ripresa del campionato: “Quando da noi si discuteva se giocare a porte aperte o chiuse, io dicevo che stavamo per entrare in un film apocalittico, e nessuno se ne rendeva conto. La Cina è due mesi e mezzo avanti a noi come esperienza di coronavirus, ma non mi risulta che abbia ancora deciso come e quando tornare a giocare“. E sull’Uefa: “L’Uefa è anche quella che fino a poche settimane fa non voleva rinviare l’Europeo o la Champions. E che ha fatto giocare Atalanta-Valencia, con gli effetti che sappiamo. Chi pensa di programmare il futuro fa un esercizio in cui io non mi voglio cimentare. Chi si assumerà la responsabilità se nelle squadre troveremo un positivo?, Per me questa stagione ormai non vale più, è un anno di lutto e basta. Nessuno si ricorderà di chi ha vinto o perso questo che resterà nella memoria come il campionato del coronavirus. Non riesco a pensare al calcio che riprende dentro stadi spettrali. Oggi non dobbiamo pensare a ricominciare il prima possibile, ma a ricominciare. Che è ben diverso“.

Ore 13:00 Brusaferro, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità: “La curva ci mostra chiaramente una situazione di decrescita e questo è un segnale positivo ma non deve farci abbassare la guardia”

Ore 12:10 Non solo la Serie A si sta muovendo per capire quando sarà possibile tornare in campo. In Inghilterra, dove l’emergenza è arrivata in ritardo rispetto al nostro Paese, si parla genericamente di giugno senza una data ufficiale. In Spagna, invece, sono 3 le date plausibili per il rientro in campo: 28 maggio, 6 o 28 giugno con gli allenamenti che dovrebbero riprendere già ad inizio maggio. La Bundesliga potrebbe essere la prima a ripartire con il 9 maggio scelta come data probabile per la ripresa del campionato (gli allenamenti sono già ricominciati) mentre in Francia continua ad esserci una totale confusione senza un’ipotesi davvero valida al vaglio.

Ore 11:45 Diego Della Valle parla della ripresa delle attività economiche: “Bisogna ripartire ma con il piede giusto. In questo momento non si deve abbassare la guardia, e’ giusto affidarsi a ciò che decide il governo che si confronta con chi ha competenza in materia sanitaria. Noi siamo pronti a ripartire, quando le condizioni lo permetteranno, rispettando tutte le norme prescritte. Il primo obiettivo e’ stato quello di preservare la salute di tutti i nostri dipendenti. Dobbiamo fare tesoro di tutto quello che stiamo vedendo ed imparando per evitare che, qualora accadessero cose cosi’ gravi in futuro, ci si possa trovare impreparati“.

Ore 11:00 La Guardia di finanza di Lecce e Otranto ha portato a termine un maxi-sequestro di oltre 27mila flaconi di un liquido commercializzato come disinfettante ma privi di autorizzazione del Ministero della Salute. I flaconi, in particolare, risalivano ad un lotto datato 1989.

Ore 10:30 Il ministro dell’Economia Gualtieri: “Non chiediamo la mutualizzazione del debito passato, ma che le risorse necessarie per la sfida contro il virus siano risorse comuni. Più saranno tante, più saremo forti per superare la crisi e far ripartire l’economia La posizione che coraggiosamente l’Italia sta sostenendo credo che prevarrà, già sta prevalendo”

Ore 10:00 In mattinata ha parlato anche il presidente della Repubblica Mattarella che ha voluto ringraziare la Polizia nel giorno del 168° anniversario della fondazione del Corpo: “L’emergenza ha determinato un impegno straordinario delle forze di polizia, chiamate a vigilare sull’osservanza delle misure di contenimento del contagio da coronavirus, ma anche a concorrere alle attività di sostegno, comunicazione e sensibilizzazione nei confronti dei cittadini”.

Ore 9:30 Il ministro dell’Interno Lamorgese ha parlato in vista delle festività pasquali: “Scongiuriamo i trasferimenti in seconde case e località turistiche”

Ore 8:30 L’Eurogruppo, nella tarda serata di ieri, sembra aver trovato un accordo sulla linea economica da seguire per far fronte all’emergenza. Tuttavia, il leader del M5S Crimi avrebbe smentito la richiesta da parte dell’Italia dell’attivazione del fondo salva-stati: “La linea rimane sì eurobond, no Mes”.

Ore 8:15 Annunciato il primo caso di coronavirus in Yemen: le organizzazioni umanitarie hanno già messo in allerta circa la drammaticità di un’eventuale epidemia in questo paese. Lo Yemen è infatti già devastatao da ben 5 anni di guerre interne tra ribelli e le truppe sostenute dall’Arabia Saudita.

Ore 8:00 Anche la Nazionale tedesca di calcio contribuisce alla lotta contro il coronavirus: donati mille computer portatili ai pazienti anziani degli ospedali e delle case di riposo per permettergli di effettuare videochiamate con le proprie famiglie.

Ore 7:00 Nella serata di ieri è arrivata la notizia che il Barcellona ha messo a disposizione di due medici il Camp Nou: lo staff sanitario sta portando avanti una ricerca che ha come obiettivo la prevenzione del contagio da Covid-19 tramite l’impiego di una sostanza già utilizzata contro la malaria.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-05-2020


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa

ci mancavano…gli assistenti invasati…delle guardie…in Italia…basta una divisa…invece di investire in tamponi e reagenti per individuare gli asintomatici…

Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa
Reply to  Ultrà

basta una pettorina…per sentirti GesùCristo…

Bologna, falso allarme: nessun caso di Coronavirus

Castan positivo al Coronavirus: in totale 19 contagiati al Vasco da Gama