Ore 18.00 Il bollettino della Protezione Civile: rispetto a ieri sono stati riscontrati 675 nuovi casi di soggetti positivi al coronavirus (totale: 104.291). I decessi crescono: sono attualmente 21.067, 602 in più. Ci sono 1.695 nuovi guariti, mentre continua il calo dei ricoverati in terapia intensiva: 74 in meno, totale 3.168.

Ore 17.00 Sale a 116 il numero dei medici deceduti nella lotta all’epidemia da coronavirus. Lo comunica, aggiornando il drammatico bollettino, l’Ordine professionale.

Ore 14.00 E’ prevista alle 15 la prima riunione in teleconferenza della task force guidata dal manager Vittorio Colao per la pianificazione della cosiddetta Fase 2, quella che farà da passaggio tra l’attuale lockdown e il ritorno alla normalità.

Ore 11.30 In Spagna sale il numero dei morti. Sono arrivati a 18.000 secondo l’ultimo bollettino diffuso dal Governo. Intanto sono state riaperte alcune attività.

Ore 10.00 Novità per quanto riguarda il calcio europeo. La Bundesliga tedesca, attivatasi rapidamente per riprendere gli allenamenti seguendo le norme di sicurezza, potrebbe essere il primo campioanto a ripartire: il 9 maggio è la data ipotizzata. L’Inghilterra invece vorrebbe disputare le partite rimanenti a Wembley, come misura di sicurezza. In Francia invece, i tempi sono più lunghi: il 3 giugno potrebbe ripartire la Ligue 1. La Spagna resta in stand by.

Ore 9.00 In Italia si lavora per far ripartire le attività prima della fine del lockdown. La sottosegretaria Bonaccorsi parla di ritorno al mare in estate: “Andremo al mare questa estate. Stiamo lavoriamo per far sì che possa essere così”.

Ore 8.00 In Italia, dopo il prolungamento fino al 3 maggio del lockdown, riaprono le attività di commercio di carta, cartone e articoli di cartoleria, riaprono le librerie e i negozi di vestiti per bambini e neonati. Piemonte, Lombardia, Campania e Veneto hanno eprò scelto di adottare misure più rigide di quelle imposte dal Governo.

Ore 7.00 La Francia decide di cancellare il Festival di Avignone, nota manifestazione teatrale in programma dal 3 al 23 luglio. Ad annunciarlo, Macron, che ha confermato di voler sospendere tutti i festival fino a metà luglio, prolungando il lockdown fino all’11 maggio.

Coronavirus, le notizie del 12 aprile 2020

Ore 18.00 Il bollettino della Protezione Civile: crescono i contagi in Italia, rispetto a ieri 1.996 nuovi casi accertati (totale: 100.269). Le vittime sono 619 in più (totale: 19.468). Ma ci sono anche 2.079 nuovi guariti e soprattutto continuano a calare i ricoveri in terapia intensiva: sono 116 in meno (totale: 3.381). Il riepilogo regione per regione:

Ore 13.00 Il commissario straordinario all’emergenza coronavirus Domenico Arcuri è intervenuto in conferenza stampa, ribadendo che ci metteremo alle spalle questa pandemia solo con lo sviluppo di un vaccino efficace. E ha aggiunto: “Nei prossimi giorni non fate sciocchezze, continuate a rafforzare se possibile il convincimento, l’obbligo di seguire le prescrizioni che in questo periodo vi abbiamo dato. La fine è ancora lontana. Vi continuo a supplicare, state in casa, state attenti e continuate ad essere responsabili come lo siete stati fin ora”.

Ore 10.00 Circolare ai prefetti della Ministra dell’Interno Luciana Lamorgese: “Alle difficoltà delle imprese e del mondo del lavoro potrebbero accompagnarsi gravi tensioni a cui possono fare eco, da un lato, la recrudescenza di tipologie di delittuosità comune e il manifestarsi di focolai di espressione estremistica, dall’altro, il rischio che nelle pieghe dei nuovi bisogni si annidino perniciose opportunità per le organizzazioni criminali”.

Ore 09.30 Il direttore del Pio Albergo Trivulzio di Milano è iscritto nel registro degli indagati per l’inchiesta che prevede epidemia colposa e omicidio colposo come ipotesi di reato.

Ore 08.00 Attiva da oggi la Task Force disposta dal Governo per vagliare tempistiche e modalità della Fase 2. Il gruppo sarà guidato dal manager Vittorio Colao.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-05-2020


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa

ci mancavano…gli assistenti invasati…delle guardie…in Italia…basta una divisa…invece di investire in tamponi e reagenti per individuare gli asintomatici…

Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa
Reply to  Ultrà

basta una pettorina…per sentirti GesùCristo…

Bologna, falso allarme: nessun caso di Coronavirus

Castan positivo al Coronavirus: in totale 19 contagiati al Vasco da Gama