Ore 18.00 Il bollettino della Protezione Civile del 1° aprile 2020: in Italia sono 80.572 i casi accertati di coronavirus in Italia (+2.937), rispetto a ieri si registrano 727 morti in più, ma anche 1.118 guariti (totale: 16.847). In terapia intensiva sono ricoverati attualmente 4.035 pazienti, dodici in più rispetto al dato del 31 marzo. Di seguito il riepilogo.

Ore 17.30 Rinviato il torneo di Wimbledon per l’emergenza Coronavirus: è la prima volta dalla seconda guerra mondiale.

Ore 16.30 La Germania proroga le misure restrittive fino al 19 aprile: la decisione è arrivata dopo una riunione in teleconferenza tra il governo federale e i Laender.

Ore 15.30 Il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha commentato la circolare del Viminale che apre alla possibilità di brevi passeggiate genitore-figlio: “Continuiamo con la linea del rigore e continuiamo a restare a casa. Nessun allentamento delle misure di contenimento in Piemonte. Nella nostra regione continuano a valere le regole più restrittive. Bisogna continuare a stare a casa. Solo così vinceremo la battaglia”.

Ore 13:10 Il presidente della Regione Lazio Zingaretti conferma l’arrivo di 500 kit per l’assistenza domiciliare: “Siamo la prima regione d’Italia che ha costruito un kit di assistenza domiciliare con uno strumento non solo per misurare la temperatura ma anche l’ossigeno nel sangue. E, lo dico da persona che è stata colpita dal coronavirus, è uno strumento che dà serenità”.

Ore 12:40 La denuncia del San Camillo di Roma: è stato sabota il laboratorio per i test sui tamponi del Covid-19 che sarebbe dovuto entrare in piena funzione oggi. A confermarlo è l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio: ” Ho appreso dal Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera San Camillo che questa notte è avvenuto un sabotaggio delle apparecchiature del laboratorio per test Covid-19 che doveva essere attivato oggi. Un fatto gravissimo che ci indigna. È stata presentata denuncia ai carabinieri, i colpevoli dovranno essere puniti”.

Ore 12:30 In tilt il sito dell’Inps: è partita la procedura di richiesta del bonus da 600 euro previsto dallo Stato ma dopo poche ore dall’apertura sono stati registrati i primi malfunzionamenti tra cui anche scambi di identità. I ritmi delle domande, conferma il presidente Inps Pasquale Tridico è di circa 100 domande al secondo.

Ore 12:00 L’agenzia Europea del Farmaco (EMA) sta valutando ben 40 farmaci contro il Covid-19 come possibili impieghi nella terapia contro il coronavirus. Sulla base dei primi dati (si attendono le analisi ufficiali) non sembrerebbero esserci conferme sull’efficacia di uno di questi.

Ore 11:40 Mascherini all’Ordine dei medici: non sono idonee all’uso sanitario. E’ quello che ha affermato il presidente della Federazione Nazionale degli ordini dei medici Filipppo Anelli che, commentando l’inivo da parte della Protezione Civile di 600mila mascherine ha invitato “a sospendere immediatamente la distribuzione e l’utilizzo di quanto ricevuto, informando eventuali medici o strutture che ne fossero già in possesso “.

Ore 11:10 Un indagine dell’Eco di Bergamo, a cui hanno risposto 91 amministrazioni comunali, rivela un inquietante “retroscena” sul numero dei morti nella città bergamasca: mentre i dati ufficiali parlano di 2.060 decessi, il numero reale di morti da Covid-19 ammonterebbe in realtà a 4.500.

Ore 10:40 I giocatori del Cagliari si tagliano lo stipendio. A confermarlo è proprio il presidente della società Giulini: “Sono stati alcuni giocatori e tesserati a cercarmi per chiedere in che modo poter dare una mano e tutti hanno mostrato un grande senso di responsabilità e appartenenza rinunciando a una mensilità. Questo ci aiuta“.

Ore 10:15 Di Maio sulla possibilità di riaprire le attività: “Sarà la comunità scientifica a dirci quando riaprire, del tutto o in parte. C’e’ un comitato scientifico che dirà al governo quando potremo tornare alla normalità. Quello che posso dire e’ che quanto più saremo responsabili, stando a casa, prima riapriremo. Se invece continueremo a fare i furbi allungheremo i tempi della chiusura, che ovviamente ha anche un impatto economico”.

Ore 9:50 L’NBA torna in campo ma solo virtualmente: l’associazione giocatori e 2K hanno dato vita a Nba2K, un torneo virtuale aperto ai soli giocatori professionisti che mette in palio oltre al titolo di miglior giocatore anche 100mila dollari da devolvere in beneficenza

Ore 9:30 Anche i giocatori dell’Inter e il loro allenatorie danno l’Ok al taglio degli stipendi: sono ancora in fase di definizione i dettagli ma dopo la Juventus anche i neroazzurri si apprestano a dare il loro contributo

Ore 9:00 Dopo le polemiche di ieri sull’apertura delle passeggiate con i bambini, il viceministro degli Interni Crimi: “Non c’è alcun allentamento dei controlli . La circola si riferisce ai bambini quelli molto piccoli per cui uscire è una necessità. Deve essere chiaro: non possiamo far pagare quello che sta accadendo ai bambini piccoli“.

Ore 8:30 Il presidente dell’Inps Tridico sul bonus dei 600 euro: ” Non c’e’ fretta. Come abbiamo detto piu’ volte le domande possono essere fatte per tutto il periodo della crisi, anche perche’ il Governo sta varando un nuovo provvedimento sia per rifinanziare le attuali misure sia per altre”

Ore 8:00 L’assessore lombardo al Welfare è tornato sul provvedimento del Viminale di ieri: “Spero venga revocata. E’ un problema dei messaggi. Il messaggio che dobbiamo dare i cittadini è che la strada è ancora lunga. E’ faticoso ma bisogna resistere, perchè di morti ne abbiamo visti troppi, non possiamo da una lato piangerli e dall’altro dare questi messaggi. Siamo a metà del cammino che dobbiamo compiere, se il virus è rallentato è perchè siamo stati in casa con i nostri figli. Se oggi arriva una circolare che dice ognuno può uscire con propri figli, basta che sia a 200 metri da casa, rischiamo di avere tanta gente in giro, come 12 giorni fa, e di vanificare gli sforzi fatti perchè il virus non chiede il permesso a nessuno. Dobbiamo stare a casa almeno 15 giorni”.

Ore 7:30 Sono stati sequestrati 14mila confezioni di falsi igenizzanti. A scoprire i prodotti contraffatti sono stati i carabinieri del Nas mediante verifiche sui flussi di import/export che hanno permesso di rintracciare gli articoli sanitari importati illegalmente e privi delle caratteristiche di sicurezza.

TAG:
home

ultimo aggiornamento: 29-05-2020


2 Commenti
più nuovi
più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa

ci mancavano…gli assistenti invasati…delle guardie…in Italia…basta una divisa…invece di investire in tamponi e reagenti per individuare gli asintomatici…

Ultrà
Ultrà (@ultra)
1 anno fa
Reply to  Ultrà

basta una pettorina…per sentirti GesùCristo…

Bologna, falso allarme: nessun caso di Coronavirus

Castan positivo al Coronavirus: in totale 19 contagiati al Vasco da Gama